Rimozione articoli diffamatori sui giornali e siti online - violazione del diritto di cronaca e diritto all'oblio

    Rimozione articoli diffamatori sui giornali e siti online – violazione del diritto di cronaca e diritto all’oblio

    Il nostro studio fornisce un servizio professionale per la rimozione di articoli sui giornali e siti online che violano il diritto di cronaca o per i quali è possibile appellarsi al diritto all’oblio.

    Forniamo inoltre supporto e raccolta di prove informatiche con valore legale per effettuare una denuncia per diffamazione su internet o sui social network.

    Diffamare una persona innocente non è più diritto di cronaca se la notizia risulta inesatta o se non è stata aggiornata dopo la sentenza dalla testata giornalistica che la pubblica e per questi motivi si può contestare che la stessa lede la reputazione della persona citata. Notizia che se non viene eliminata lascerà INGIUSTAMENTE e per sempre un brutto ricordo nella memoria dei famigliari e amici. Inoltre occorre valutare se tempo trascorso dalla sentenza di assoluzione vi consente di appellarvi al diritto all’oblio. A tal fine il nostro studio vi può fornire un pieno supporto informatico-legale.

    Le strade da percorrere in caso di diffamazione online per fatti NON PENALI ( la notizia da rimuovere non deve essere stata riportata da testate giornalistiche in osservanza del diritto di cronaca ) sono due :

    1) Se non ci interessa ottenere un risarcimento danni occorre concentrasi sulla rimozione più veloce possibile dei contenuti diffamatori. Il nostro studio potrà aiutarvi nelle procedure di cancellazione delle offese o recensioni negative che avete ricevuto.

    2) Se miriamo ad ottenere un risarcimento economico per la diffamazione ricevuta allora è essenziale documentare le prove con valore probatorio. Il nostro studio vi fornisce il servizio di copia autentica pagine web a questa pagina [ click qui ] e il supporto legale per presentare la denuncia.

    Requisiti del reato di diffamazione :

    1. assenza dell’offeso (se è presente sussisterà il reato di ingiuria)
    2. offesa all’altrui reputazione
    3. La persona diffamata non deve essere necessariamente indicata nominativamente ma tuttavia deve essere individuabile agevolmente e con certezza. In sostanza è sufficiente che l’offeso possa essere individuato per esclusione, o in via deduttiva.
    4. comunicazione a più persone. Non sussiste quindi il reato di diffamazione nella lesione della reputazione comunicata ad una persona solamente, pur potendo essere ciò sufficiente per richiedere il risarcimento del danno in via civile. Con riguardo alla diffamazione a mezzo Internet la sussistenza della comunicazione a più persone si presume nel momento stesso in cui il messaggio offensivo viene inserito su un sito Internet che, per sua natura, è destinato ad essere visitato da un numero indeterminato di persone in breve tempo

    Approfondisci : https://www.analisideirischinformatici.it/denuncia_per_diffamazione_su_internet_o_sui_social.php

    ULTERIORI SERVIZI

    “Un buon nome, come la buona volontà, si ottiene con molte azioni e si perde con una.”
    Francis Jeffrey
    “Ci vogliono vent'anni per costruire una reputazione e cinque minuti per rovinarla. Se pensi a questo, farai le cose in modo diverso.”
    Warren Buffett
    “Le due cose più importanti non compaiono nel bilancio di un'impresa: la sua reputazione ed i suoi uomini.”
    Henry Ford